Testimone del mio tempo. 18 anni fa, Mikhail Baryshnikov

eccolo. 14 ottobre 1997. An evening of music and dance, Trieste, Politeama Rossetti.
Interprete: Mikhail Baryshnikov.
E nella pagina centrale, a fianco di una foto, l’autografo di Misha…

Forse, tra non molto riuscirò ad averne un altro. Il che vorrà dire, un altro incontro, a distanza di quasi vent’anni. 

Da un po’ cercavo questo programma con autografo, testimone del mio tempo passato con la danza. Baryshnikov è sempre stato un mito, per me che amo la danza fin da ragazzina. L’avevo visto dal vivo solo quella volta, in uno spettacolo composto da una successione di suoi a- solo. Una magnifica serata, che metteva in luce tutte le capacità di espressione di Misha.

Fino a un anno e mezzo fa, non mi fermavo a chiedere autografi al termine dello spettacolo di danza. Forse temevo l’incontro con l’artista, con il danzatore eccezionale, fuori dal palcoscenico. La delusione di un incontro frettoloso, magari di uno sguardo che scivola via. Che importanza può rivestire un pezzo di carta con una firma, in sè? E la penso ancora così: non mi importa dell’autografo, non voglio un trofeo, cerco l’incontro…

autografo_ott_1997

Trieste, l’autografo del 14 ottobre 1997 – An evening of music and dance – Baryshnikov

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: